Social media Engagement: cos’è?

Social media Engagement: cos’è?

Le frontiere del marketing online mutano sempre più velocemente e sempre più ragionevolmente, aziende e produttori si rivolgono ad agenzie specializzate, come Elamedia Group, nella realizzazione di siti web (www.elamedia.it) o per aumentare il fatturato e il bacino di potenziali clienti. Da tempo, il fulcro del marketing, la nuova piazza d’incontro digitale è rappresentata dai social network; qui, le aziende trovano lo spazio per presentare prodotti e servizi entrando in dialogo diretto con il cliente per ascoltarne necessità, desideri o anticipare tendenze: questo è il social media engagement.

Come funziona il social media engagement

Il sogno di qualsiasi azienda è quella di riuscire a incuriosire gli acquirenti, influenzarli e indirizzarli verso l’acquisto dei propri prodotti, magari fidelizzarli o addirittura trasformarli in soggetti attivi del processo produttivo; ciò non è più ottenibile solo tramite il classico web marketing che punta a indicizzare e rendere visibili con avanzate tecniche SEO o campagne di link building. La parola d’ordine, oggi, è “diventare virali”, fare in modo che la promozione si alimenti e si propaghi da sola attraverso il passaparola. Ciò è possibile attraverso il social media engagement.

Il social engagement tradizionale si riferisce al singolo individuo che si dedica ad attività di gruppo all’interno di una comunità virtuale dialogando, ascoltando ed esprimendo opinioni o richieste. Il social media engagement, invece, è lo strumento con cui le aziende individuano e influenzano il proprio potenziale target indirizzando i propri prodotti e servizi, condividendo esperienze, organizzando contest, rivolgendosi direttamente agli utenti presenti sui principali social network (Facebook eTwitter, in particolar modo). Il SME è sia B2C (business to consumer) che B2B (business to business), poiché le aziende spesso decidono di rivolgersi ad altri professionisti spezializzati in grado di mediare verso i clienti.

Tecniche per il Social Media Engagement

Per costruire una strategia SME efficace occorre scrivere post, pubblicare foto e video, aggiornamenti, informazioni, eventi, sondaggi da condividere con regolarità e frequentemente per attirare i followers, raccogliere i loro commenti ed opinioni (fase denominata social listening) e in base alle reazioni, sviluppare campagne promozionali ad hoc per rispondere alle richieste e invogliare all’acquisto o invogliare a condividere con parenti, amici e conoscenti. Se ben fatto, lo SME genera un circolo virtuoso dove la promozione e la diffusione dell’informazione non avviene in modo costrittivo, ma in forma naturale, senza forzature e il cliente tende a fare le sue scelte spontaneamente e a diffondere i link e le informazioni in modo altrettanto spontaneo e naturale.

Uno strumento tecnico utile alle imprese dedite allo SME è l’impiego di appositi CMR sociali con i quali è possibile gestire e controllare il grado di interesse e la percentuale di partecipazione degli utenti. I consumatori diventano così consum-attori perché non sono più interpretati come un’entità passiva e lontana, ma come un agente attivo nel determinare le scelte aziendali e, di conseguenza, il successo commerciale di prodotti e servizi. Ovviamente, dietro occorre vi sia anche la qualità del prodotto o del servizio offerti affinché il cliente soddisfatto a sua volta influenzi i suoi simili e contribuisca a migliorare l’immagine stessa dell’azienda o del brand.

CategorieSenza categoria