Roma con un itinerario diverso dal solito

Roma con un itinerario diverso dal solito

Quante volte abbiamo visitato Roma? Ebbene, ogni volta abbiamo sicuramente scoperto qualcosa di nuovo su questa città a dir poco magica e meravigliosa. Il fascino della Roma antica, la bellezza delle opere più moderne, la varietà favolosa di mostre, eventi, concerti e appuntamenti a cui partecipare, per non parlare dello shopping che ormai incorona questa città a capitale della moda più glamour. Insomma, chi ha voglia e tempo di visitare Roma, avrà ogni volta qualcosa di cui sorprendersi, soprattutto se si decide di scoprire Roma attraverso un tour diverso dal solito in poche tappe. Poche e semplici mosse che daranno la possibilità, soprattutto a chi la conosce già bene, di scoprire aspetti sconosciuti e ancora “inesplorati” di questa bellissima città, magari alloggiando in centro, come in hotel in via Nazionale a Roma, come il Floris Hotel, il punto di partenza perfetto per un tour nella città.

Scoprire Roma sotto terra

Il primo step è andare sotto terra per scoprire la Roma sotterranea che è sicuramente molto affascinante e davvero incantevole. C’è un’associazione specifica per scoprire questo lato della Capitale che si occupa proprio di accompagnare i turisti in un percorso unico nel suo genere che si perde tra diversi punti turistici. In particolare, da non perdere la Domus di Palazzo Valentini, una dimora imperiale che oggi è stata trasformata in un museo interattivo travolgente con un percorso museale curato da Piero Angela e da Paco Lanciano. Entrando in questa dimora scopriremo com’era all’epoca, con i suoi mosaici, i suoi pavimenti, gli affreschi e perfino le terme private.

Scoprire Roma con il jazz

La seconda tappa di questo tour stravagante è Viale di Porta Ardeatina, dove sorge la Casa del Jazz. Qui avremo la possibilità di intrattenerci con serate musiche, intrattenimento, artisti ed eventi davvero imperdibili. La Casa del Jass si trova dentro Villa Oso, un’altra dimora storica risalente agli anni Trenta, gestita anche dal Vaticano e finita poi nelle mani del capo della banda della Magliana Enrico Nicoletti. La villa venne confiscata dallo Stato e si decise in seguito di trasformarla proprio nella casa del jazz.

Scoprire Roma a cena

Il terzo appuntamento del nostro itinerario inusuale è a cena in un pastificio. Non un pastificio qualunque, ma il Pastificio Cerere che si trova nel quartiere San Lorenzo e risale al 1905. Questo luogo ha quindi una storia molto antica che si ferma durante gli anni '60 per poi trasformarsi nel loro preferito dagli artisti degli anni Settanta per i loro atelier. Qui troviamo oggi studi d’arte, una galleria contemporanea e anche la sede della Fondazione Cerere. Che c’entra la cena? C’è ovviamente anche un ristorante davvero particolare e artistico, da non perdere.

Lascia un commento