Piante ornamentali: quali scegliere per l’arredamento?

Sicuramente uno dei punti di partenza per quanti volessero rendere il proprio appartamento o un ambiente di una struttura alberghiera più accogliente e colorata, è quello di abbellirlo coi colori delle piante.

La pianta ornamentale infatti è adatta ad abbellire la zona che la ospita anche se la sua scelta è tuttavia condizionata dal luogo dove si intende collocarla, dalle esigenze di chi la curerà e dal tempo che si dedica alle sue cure.

Quali piante ornamentali scegliere

Occorre prima di tutto distinguere tra le piante ornamentali coltivate in terra e quelle coltivate in vaso. Per quanto concerne la coltivazione in piena terra, è necessario come prima cosa scegliere l’impostazione del giardino o del cortile di un albergo e la scelta delle specie più adatte alle condizioni ambientali.

È possibile infatti intervenire sulla fertilità e sulla composizione del suolo con opportuni correttivi. Si dovrebbe preparare il terreno con la vanga e incorporare del concime adatto alla pianta ornamentale che si intende coltivare (prevedendo la lotta ai parassiti animali o vegetali). Ovviamente le piante ornamentali necessitano di regolari potature, sfoltimenti e cimature a seconda della specie.

Piante per interni

Le piante ornamentali coltivate in appartamento o in un albergo disposto in particolari zone della città, come un hotel alla stazione Termini, hanno bisogno di cure continue per ovviare alle difficoltà dell’ambiente in cui vengono collocate. Negli appartamenti si dovrà fare attenzione alla luminosità, all’umidità e alla temperatura del locale scelto.

Un metodo di rinvaso che vi consigliamo delinea l’utilizzo di una compressa sigillata in materiale filtrante che contiene tutto il necessario per il sostentamento e drenaggio delle piante ornamentali. Per il corretto utilizzo è opportuno inzuppare il dispositivo in acqua e attendere almeno 40 minuti. Arrivati a questo punto occorre inserirlo nel vaso di diametro adatto e completare il rinvaso nel modo consueto.

Il vantaggio che deriva dall’adozione di questo sistema garantisce una ridotta necessità di manutenzione. Il fertilizzante a lento rilascio garantisce anche il corretto apporto di sostanze nutritive alle piante, in grado di coprire l’intero fabbisogno annuale. Il sistema è in grado di assicurare il corretto drenaggio del pane di terra, evitando marcescenze dell’apparato radicale.

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment