SEO per E-commerce: quali sono le migliori strategie per posizionare il tuo store online

da.idea4industry.com

Qualunque sia il settore di riferimento del tuo store online, una buona strategia di ottimizzazione SEO per e-commerce è una delle maniere più efficaci per accrescere le visite al tuo sito e, di conseguenza, le vendite nel tempo. Infatti, riuscire a posizionarsi su Google con le giuste parole chiave ti permetterà di essere sempre in prima linea (e, si spera, in prima posizione) con gli articoli del tuo negozio, offrendo alla tua attività una visibilità che, con i giusti accorgimenti, potrà trasformarsi facilmente in nuovi profitti.

Ottimizzare un e-commerce dal punto di vista della SEO significa predisporre una struttura chiara e facilmente “leggibile” dal motore di ricerca, evitando di incorrere in errori banali che possono seriamente compromettere il nostro posizionamento. Alcuni degli aspetti più importanti da prendere in considerazione sono:

● Creazione di descrizioni originali per ogni prodotto

● Meta tag e URL con keyword di riferimento

Mobile friendly: immagini ottimizzate e velocità di risposta del sito

Inoltre, per evitare di vedersi penalizzati nei ranking di Google è bene:

● Monitorare sempre la disponibilità dei prodotti

● Evitare contenuti duplicati

● Utilizzareil robots.txt e i meta noindex o nofollow

Vediamo nel dettaglio alcuni di questi consigli per capire quali sono le strategie più efficaci per posizionare il nostro e-commerce ai primi posti del motore di ricerca di Mountain View.

E-commerce e SEO Copywriting: l’importanza è (quasi) tutta nel contenuto

Capita spesso di imbattersi in e-commerce con una ricchezza di testi prossima allo zero: descrizioni assenti, scarne o, ancora peggio, duplicate sono per Google un chiaro segnale di scarsa attenzione. Ergo: il vostro sito incontrerà molte difficoltà a risalire la china nelle SERP, senza contare che in questo modo l’esperienza offerta agli utenti (e potenziali clienti) e la mole di informazioni proposte è davvero bassa.

inchoo.net

Per ovviare a questo problema c’è una sola soluzione: affidarsi a un SEO Copywriter esperto, che possa implementare una grande mole di contenuto valido e ottimizzato, il cibo preferito dai crawler di Google. E nel caso aveste anche un blog sul vostro sito, meglio pensare a una strategia editoriale che nel lungo periodo possa garantire una costante presenza sui Social Media (e un buon posizionamento per keyword di lunga coda).

Meta tag, URL “parlanti” e robots.txt : il successo di una strategia SEO efficace

Le basi della SEO per e-commerce passano tutte da qui. In primis, attenzione a quelle URL da geroglifico del VII secolo a.C., tipo www.miosito.com/category/2358?1# per intenderci: non significano nulla e, giustamente, neanche per Google. Insomma, niente caratteri strani e sigle illeggibili: meglio delle URL descrittive che contengano il nome della categoria e del prodotto: miglioreranno in breve tempo l’indicizzazione del tuo sito!

Da non dimenticare assolutamente c’è la compilazione del file robots.txt e l’utilizzo dei meta nofollow e noindex, in modo da comunicare tempestivamente al motore di ricerca quali elementi vogliamo vengano indicizzati.

L’importanza delle prestazioni: la massima esperienza di navigazione su tutti i dispositivi

Gli ingegneri di Google sono instancabili e l’algoritmo del motore di ricerca è in costante evoluzione. I criteri di posizionamento possono subire modifiche anche sostanziali nel giro di pochi mesi, ma una cosa è certa: se non hai un sito ottimizzato per i dispositivi mobile, difficilmente ti farai strada nei ranking.

searchengineland.com

Infatti, un design responsive e mobile-friendly non solo sarà utile a migliorare di gran lunga l’user experience dei tuoi visitatori, ma verrà visto anche di buon occhio da Google, che ne premierà il posizionamento. Piccolo consiglio: non appesantire il tuo e-commerce con immagini troppo pesanti, meglio una gallery con più dettagli di uno stesso prodotto!

Articolo scritto in collaborazione con Nomesia, web agency di Milano specializzata in strategie integrate di online marketing.

SEO, SEM e DPR: Come scegliere la web agency più adatta alle nostre esigenze?

professionisti-internet

Come scegliere una web agency per usufruire di servizi SEO, SEM e DPR di livello professionale? Ecco alcuni utili suggerimenti.

 

 

Scegliere una web agency per richiedere dei servizi professionali di SEO, SEM e DPR è un’operazione che deve essere compiuta con oculatezza, dal momento che non tutte le aziende che operano in questo settore sono in grado di garantire il medesimo livello di professionalità. 

Prima di vedere come conviene muoversi per individuare una web agency affidabile è opportuno specificare in che cosa consistono i servizi in questione. 

 

Semplificando al massimo possiamo sottolineare che i servizi SEM, acronimo di Search Engine Marketing, sono finalizzati al miglioramento della visibilità all’interno dei motori di ricerca, i servizi SEO, acronimo di Search Engine Optimization, hanno come obiettivo il miglioramento del posizionamento di un sito web e di tutte le sue pagine all’interno dei risultati di Google, mentre le attività cosiddette di DPR, anche note come Digital PR, includono servizi variegati quali ufficio stampa, gestione della reputazione aziendale online e Crisis Management. 

 

Se si ha la necessità di individuare una web agency valida, dunque, non può che essere positivo il fatto che l’azienda proponga ai suoi clienti una ricca gamma di servizi, ma questo tuttavia non può essere considerato una garanzia di qualità in modo assoluto. 

Una web agency di livello professionale deve annoverare, all’interno del proprio team, figure professionali con competenze variegate, dunque SEO Specialist, SEM Specialist, Social Media Manager, Digital PR, solo per citarne alcune, ed è molto positivo il fatto che un’azienda presenti tutte le sue risorse umane all’interno del proprio sito ufficiale. 

 

La presenza di una sezione blog all’interno del sito ufficiale della web agency è da considerarsi un aspetto importante, al di là dell’aspetto prettamente comunicativo: nelle varie attività di Web Marketing, che si tratti di strategie SEO/SEM o di soluzioni di altro tipo, essere costantemente aggiornati circa le più recenti novità di Google è fondamentale, e la costante pubblicazione di nuove News è da considerarsi indice di grande professionalità da questo punto di vista. 

 

Ogni web agency deve essere in grado di spiegare in modo efficace in che cosa consistono le varie strategie di Web Marketing che è in grado di attuare, anche a quei clienti che non hanno conoscenze specifiche di questo settore; alla luce di questo non può che essere positivo il fatto che una web agency esponga in modo chiaro, sul proprio sito ufficiale, quali sono le peculiarità di ogni servizio che può essere erogato, pur senza adoperare un linguaggio eccessivamente tecnico. 

 

Se una web agency può godere di riconoscimenti ufficiali, inoltre, merita assolutamente di essere considerata dal cliente che sta cercando un’azienda seria e professionale: le migliori web agency, infatti, possono pregiarsi della denominazione “Google Partner”, senza dimenticare riconoscimenti specifici quali la certificazione Adwords, autentica garanzia di qualità per i clienti che desiderano rivolgersi a delle agenzie specializzate per realizzare e gestire delle campagne Adwords vincenti. 

 

Oltre a questi aspetti, non bisogna ovviamente dimenticare che le web agency devono operare all’insegna della massima trasparenza e della correttezza professionale, proprio come le aziende operanti tutt’altri settori. 

Una web agency professionale deve dunque specificare in modo preciso e dettagliato i costi relativi al servizio di Web Marketing desiderato, e non può che essere positivo il fatto che fornisca dei preventivi in modo gratuito e senza nessun impegno. 

 

Tutte le attività svolte devono rientrare nel budget di spesa specificato dal cliente, il quale non deve in alcun modo ritrovarsi a dover sostenere delle spese inattese rispetto a ciò che è stato preventivato. 

Al di là di questo, il personale di una web agency professionale sa sempre dimostrarsi molto disponibile nei confronti del cliente già dal primo contatto, chiarendo in modo efficace qualsiasi dubbio relativo ai servizi proposti e ai risultati che possono garantire. 

I servizi web in cambio merce pubblicitario

web marketing in cambio merce pubblicitario

Cos’è la pubblicità in cambio di merce e perché usarla

Al giorno d’oggi la stragrande maggioranza degli acquisti ma soprattutto delle pubblicità di beni e servizi avvengono tramite il web. Gli advertising o alerts (così vengono chiamati nel gergo informatico gli annunci pubblicitari che spesso appaiono nei siti o nelle pagine per rimandarci ad altri contenuti simili) possono essere realizzati in molti modi, tutti volti a garantire alla pagina il maggior numero di utenti unici possibili, cioè il maggior numero di visualizzazioni: questo le permetterà di battere la concorrenza e di apparire sempre tra i primi risultati dei motor di ricerca per gli utenti che digitano le parole chiave ad essa correlate. Un tipo particolare di advertisement è il cosiddetto “baratto pubblicitario“, o pubblicità in cambio di merce, pratica che prevede un accordo bilaterale tra un’azienda produttrice di beni che si impegna ad acquistare la pubblicità di un’altra azienda o studio grafico, produttore di pubblicità, pagando, però, non con denaro liquido, bensì tramite la fornitura di prodotti. Questo tipo di accordo preserva soprattutto le industrie a basso tasso di liquidità, perché evita che disperdano parte di quel capitale già non molto ampio di cui dispongono per l’acquisto di servizi pubblicitari, permettendo loro piuttosto di pagare con merci che avrebbero in ogni caso prodotto, ed evitando così che debbano contrarre debiti con le banche o, nella peggiore delle ipotesi, dichiarare il fallimento e chiudere i battenti.

Baratto pubblicitario: a chi mi rivolgo?

Per effettuare qualsiasi tipo di operazione di marketing pubblicitario che abbia un senso e che sia efficace per la vostra azienda è sempre meglio rivolgersi ad esperti del settore. Se siete della Lombardia e siete in cerca di una web agency, sicuramente Milano è la città più indicata per le vostre ricerche, poiché è la capitale indiscussa della sperimentazione di tecniche economiche di marketing, di web advertising e di comunicazione in generale. Se non sapete cosa sono le web agency vi consigliamo di svolgere prima una ricerca preliminare, ad esempio su siti divulgativi come Wikipedia, per scoprire di cosa si occupano queste aziende e decidere di cosa siete precisamente in cerca. In ogni caso tenete presente che una buona ed affidabile impresa di web marketing in cambio merce pubblicitario dovrebbe essere in grado di garantirvi l’affiancamento di un esperto di strategie SEO e SEM che segua lo start up e lo sviluppo costante della vostra pubblicità. Oltre alla ormai nota strategia SEO di posizionamento nei motori di ricerca (effettuabile tramite una valutazione dei comportamenti degli utenti con il metodo dei Google Trends e un conseguente posizionamento mirato delle key word di ricerca), è molto importante pensare anche al SEM, ovvero Search Engine Marketing, cioè una più serrata strategia di pubblicizzazione del contenuto, ad esempio tramiti gli annunci di Google, così da creare ogni giorno nuovi potenziali compratori.

Vantaggi della pubblicità in cambio merce

Questo tipo di strategia pubblicitaria presenta alcuni indiscutibili vantaggi, oltre a quello della difesa della liquidità effettiva dell’azienda di cui si trattava poc’anzi. Innanzitutto sono degli investimenti ad incasso immediato ma a durata potenzialmente infinita, in quanto dal momento in cui l’accordo tra le due aziende si chiude, la prima ha diretto ed immediato accesso alla pubblicità appena acquistata dalla seconda, che ha a sua volta accesso facile ed istantaneo alle merci con le quali è stata pagata. Questo permetterà una fatturazione immediata, con conseguente alleggerimento del bilancio finale, che invece potrebbe essere stilato dopo molto tempo (di solito a fine anno), e che non si appesantirà come invece sarebbe successo in caso di denaro liquido. Inoltre, altri vantaggi riguardano direttamente il valore e la spendibilità sul mercato delle merci in questione: a volte le aziende sono in regime di sovrapproduzione, creando un numero esponenzialmente crescente di avanzi di magazzino, che spesso rimangono invenduti per moltissimo tempo. In questo modo l’industria si sbarazzerà prima delle sue rimanenze, restando sempre attiva e produttiva; essa impedirà, inoltre, che i suoi prodotti (soprattutto se sono capi di abbigliamento o di moda in generale) escano dal mercato perché ormai passati nell’oblio, come invece accadrebbe se stazionassero in magazzino troppo a lungo. Questo è un doppio vantaggio poiché nel momento in cui ci si sta pubblicizzando (e quindi, potenzialmente, acquisendo nuovi compratori) si stanno anche costringendo i propri macchinari e i propri operai a produrre altri beni, in una spirale di miglioramento netta e veloce. Infine, un ultimo vantaggio è rappresentato dalla possibilità di autofinanziamento, che alleggerisce il portfolio rating dell’azienda e non la mette in eventuale cattiva luce di fronte alle banche in prospettiva di una futura richiesta di finanziamenti liquidi.

RankBrain e l’algoritmo di Google

Quando si parla di RankBrain, si fa riferimento a una delle tante componenti che costituiscono Hummingbird, cioè l’algoritmo di Google. Occorre distinguerlo dal PageRank, il cui compito è quello di attribuire, in maniera specifica, un valore a tutte le pagine web in funzione dei link che esse ricevono. Per determinare il ranking, infatti, il motore di ricerca sviluppato da Mountain View tiene conto di una grande quantità di segnali, tramite i quali classifica le pagine web. Il valore del PageRank è uno di questi segnali; il fatto che un sito sia mobile-friendly è un altro segnale; e così via. I diversi componenti di Hummingbird elaborano tutti i segnali allo scopo di decidere quali sono le pagine che devono essere restituite dal motore di ricerca in presenza di una query di un utente. Tra i tanti segnali di ranking, pare che ne vengano utilizzati più di 200, i quali a loro volta comportano circa sotto-segnali, vale a dire variazioni più o meno significative.

Ma come si inserisce RankBrain in questo contesto? Semplicemente, pare che esso sia uno dei segnali più importanti. Il senior research scientist di Google Greg Corrado ha spiegato che RankBrain è uno dei fattori dell’algoritmo da cui dipende la visualizzazione dei risultati in una pagina di ricerca di Google e che decidono dove i risultati devono essere classificati. Secondo Corrado, RankBrain – che pure è stato rilasciato da pochi mesi – è già diventato il terzo segnale più importante tra tutti quelli che intervengono nello stabilire il risultato di una query. Non è chiaro, per altro, quali siano gli altri due segnali più importanti. O, almeno, non è stato specificato da Google, anche se gli esperti sono concordi nel ritenere che il segnale più importante sia rappresentato dai link, mentre al “secondo posto” in questa particolare classifica ci sarebbero le parole.

Il modus operandi di RankBrain non è stato ufficializzato da Google, ma pare che esso venga utilizzato in modo particolare per interpretare le ricerche compiute dalle persone che vogliono arrivare su una certa pagina che non comprende le parole sfruttate per le ricerche stesse. In realtà, Google possiede già uno strumento che svolge una funzione di questo tipo, il cosiddetto stemming, tramite il quale il motore di ricerca è in grado di riconoscere le varianti di una stessa parola. Per fare un esempio, prima dell’introduzione dello stemming chi avesse cercato su Google la parola “scarpa” non avrebbe ottenuto risultati con pagine in cui si parlava solo di “scarpe”. Con l’introduzione dello stemming lo scenario è cambiato. Ecco, quindi, che RankBrain è andato a inserirsi in questo panorama, probabilmente ottimizzando funzioni già presenti, anche dal punto di vista dei concetti (per esempio, Google oggi sa distinguere le pagine che parlano di “apple”, cioè di mele, o di Apple, l’azienda).

Fonte: www.consulentiseo.it

Cinque consigli per sviluppare un buon piano di Marketing strategico: il content marketing

Ci sono persone convinte che, fare marketing – specialmente ai tempi di Internet – voglia dire semplicemente, imparare alcune regolette e metterle in pratica, per ottenere – quasi per magia – lo strepitoso successo della propria attività imprenditoriale. Nulla di più sbagliato. Il marketing ha si delle regole, che è bene studiare e conoscere approfonditamente, ma è bene sapere che, ogni attività aziendale è un caso a sé, e pensare di poter applicare le stesse regole e le stesse strategie a tutte le imprese, è davvero sbagliato.
“Personalizzazione” è la parola d’ordine, più che mai quando ci accingiamo a creare un piano di marketing strategico, che serve fondamentalmente a migliorare la comunicazione imprenditoriale, al fine di aumentare la clientela, fidelizzarla e mantenerla sempre con un livello di attenzione elevato nei confronti del business aziendale.

Il metodo migliore per giungere a questi obiettivi quindi, non può certamente essere quello di utilizzare delle strategie standar, che non farebbero altro che far perdere tempo e ottenere risultati risibili.
Sia chiaro: un piano di marketing strategico non è un progetto flash, qualcosa da fare una volta per poi non pensarci più. E’ un progetto a lungo termine, che va inserito nella strategia aziendale globale, come le altre voci, spesso tenute maggiormente in considerazione rispetto a tutto ciò che ruota intorno al marketing.

In questo articolo, approfondiamo le regole per pianificare una strategia di marketing sia strategico che operativo, in grado di rendere competitiva un’impresa, in un mercato – quello attuale – talmente saturo da mettere spesso a rischio il successo di un’impresa. Sono consigli che hanno come obiettivo la realizzazione, in cinque step, di un piano di marketing strategico: assimilatele e mettetele in pratica. Comprenderete come migliorare il vostro business.

L’importanza di un piano di marketing strategico e la nascita del “Content marketing”

Esistono dei punti chiave, da tenere in considerazione, quando si desidera sviluppare un buon piano di Marketing strategico. I punti essenziali da conoscere sono:

Target, mercato di riferimento, keyword: se non si conosce bene il target aziendale, non si può sviluppare alcuna strategia di marketing. Altro elemento fondamentale: la conoscenza del mercato di riferimento, dei competitors e anche, considerando che oggi le strategie di Marketing si sviluppano per lo più sul Web, la conoscenza delle keyword riferite al proprio settore. Senza questi elementi, non è possibile avviare un progetto di marketing.

Quali sono i canali da utilizzare: come detto prima, la diffusione su larga scala delle piattaforme social sul Web, consente oggi di aumentare le possibilità di contattare un più altro numero di potenziali clienti. Questo però, deve viaggiare in parallelo con le tradizionali metodiche di marketing strategico.

Gli strumenti da usare: tutto, in un’azienda, concorre a sviluppare una buona strategia di marketing: è importante pianificare le riunioni col personale interno e con gli eventuali venditori che operano esternamente, così come è importante dare la giusta attenzione allo sviluppo delle campagne pubblicitarie, siano esse tradizionali – cartellonistica, volantinaggio etc – o sviluppate online, passando poi per i canali online, che presuppongono almeno la realizzazione di un sito internet che osservi le regole di ottimizzazione, date dal SEO.

Fidelizzazione e conversione della clientela: l’obiettivo prioritario di qualsiasi azienda, è quello, da un lato di conquistare nuova clientela, dall’altro di fidelizzare quella già in essere. Una buona strategia di marketing, è in grado di far ottenere entrambe le cose.

Analisi e monitoraggio dei risultati: attraverso un’attenta analisi dei risultati ottenuti, coniugata a un costante monitoraggio dell’andamento del mercato e delle evoluzioni aziendali, è possibile comprendere quali siano i punti di forza e quali quelli che è necessario migliorare. Ricordare costantemente che, il motivo principale per cui si fa impresa, è il ritorno economico che si riceve attraverso le attività che si svolgono, anche – e soprattutto – grazie a un buon piano di marketing strategico.

Da cinque o sei anni orsono si sta diffondendo ed apprezzando sempre più un nuovo approccio metodologico definito content marketing: gli investimenti aziendali in questo specifico settore sono sempre in costante aumento.
Per raggiungere buoni risultati di marketing bisogna creare contenuti coinvolgenti, emozionali, densi di senso.

Ma come fare per pianificare e realizzare contenuti di valore?

Ogni azione di content marketing va sviluppata sul medio o lungo periodo ed inserita in una precisa strategia.

Elaborare una strategia permette di misurare i risultati e controllare l’effettivo ritorno dell’investimento. Poniti delle domande chiave e rispondi in maniera puntuale e concreta:

  • Quali benefici intendi apportare al tuo business mediante il content marketing?
  • A chi ti rivogli?
  • Come coinvolgi il tuo target?

Vediamo, in concreto, di cosa si tratta e come può essere attuato:

STEP 1: DEFINISCI GLI OBIETTIVI

Se vuoi trarre valore da ciò che stai creando, devi avere chiari gli obiettivi da raggiungere. Dove vuoi arrivare? Cosa intendi raggiungere con la tua attività di content marketing?

In particolare, la definizione degli obiettivi nell’ambito di una strategia per i contenuti è orientata a:

  • Aumentare la brand awareness;
  • Attrarre nuovi clienti;
  • Generare traffico al sito internet (traffic generation);
  • Incrementare il conversion rate.

STEP 2: CONOSCI IL TUO TARGET

Conosci realmente le persone a cui sono destinati i tuoi contenuti?

Uno step fondamentale per avere un content marketing davvero efficace è conoscere il target a cui ti rivolgi: ascoltalo, immedesimati in lui, capisci perfettamente quali sono le sue abitudini e i desideri.
Comprendere i codici culturali del tuo pubblico, gli interessi e i desideri delle persone a cui ti rivolgi, ti permetterà di creare contenuti in grado di emozionare e coinvolgere davvero.

STEP 3: STABILISCI LE PRIORITÀ E PIANIFICA I TUOI CONTENUTI

Più non è sempre meglio. Non cercare di affrontare troppi temi alla volta. Focalizza la creazione dei contenuti su aspetti chiave. Un buon modo per creare contenuti di valore è alimentare i tuoi canali di marketing con un approccio del tipo content pillar. I contenuti pilastro sono densi e ricchi di approfondimenti, definiscono un argomento specifico e interessante in maniera completa, profonda ed esaustiva.

Si tratta di contenuti in stile “how to” che mirano a conferire valore e conoscenza in maniera esaustiva e solida, proprio come un pilastro. E lo fanno con immagini, testo, video, infografiche, podcast, post, ecc.

STEP 4: COINVOLGI IL TUO PUBBLICO

Dopo aver definito gli obiettivi di business, determinato il tuo target e stabilito il profilo delle persone a cui ti rivolgi, ti verrà più semplice capire di cosa hanno bisogno e in che modo la tua attività di content marketing potrà coinvolgere e innescare interazioni e costruzione di senso.

Devi indirizzarti su una comunicazione coinvolgente, partecipativa, emozionale; una comunicazione che parli al cuore delle persone che ti leggono.

STEP 5: ASSEGNA RUOLI E RESPONSABILITÀ

Creare un flusso di lavoro semplificato di contenuti è una delle più grandi sfide. Per ogni contenuto che pianifichi, identifica le persone responsabili per:

• Content creation
• Approvazione contenuti
• Progettazione contenuti
• Pubblicazione contenuti
• Gestione contenuti
• Social media
• SEO
• Performance analytics.

Copywriter SEO: perché è importante e a cosa serve

Quella del copywriter Seo è una figura molto importante per tutti coloro che hanno la necessità di farsi trovare – sul web – dai propri clienti. Chi gestisce un sito di un’azienda o addirittura un e-commerce, infatti, non può concentrarsi sulle strategie da adottare per incrementare il numero di articoli venduti se prima non pensa a come farsi trovare dagli utenti e dai potenziali clienti. Per usare una similitudine, un negozio con una vetrina spettacolare e accattivante è inutile se questo negozio si trova alla fine di un vicolo in cui non passa mai nessuno. 

Come farsi trovare sul web

Dando un’occhiata al sito www.testiperfetti.it, si ha la possibilità di scoprire come è facile farsi trovare su Bing, su Yahoo! e soprattutto su Google con l’aiuto di un copywriter Seo: così facendo, il sito vede il proprio ranking aumentare. Il segreto sta nei contenuti, che devono essere – come si suol dire – Seo-oriented, in modo tale che consentano al sito e alle pagine in cui sono inseriti di collocarsi nelle prime pagine (o, meglio ancora, nella prima pagina) dei motori di ricerca ogni volta che gli internauti effettuano una ricerca specifica in materia. Grazie alla Search Engine Optimization (che in italiano può essere tradotta come ottimizzazione per i motori di ricerca) il ricorso alle inserzioni pubblicitarie a pagamento non è più necessario: ovviamente, nulla vieta di sfruttare i due strumenti in parallelo.

Come lavora, quindi, un copwriter Seo? Il compito, a differenza di quel che si potrebbe pensare osservando lo scenario da fuori, è meno semplice di quanto si immagini, poiché si tratta di coniugare dei contenuti ottimizzati in ottica Seo con testi di qualità e intriganti, capaci di valorizzare al meglio i prodotti e i servizi esposti e proposti. Anche una scheda prodotto in un e-commerce può – anzi, deve – essere scritta in ottica Seo: solo in questo modo si ha l’occasione di migliorare il posizionamento on line di una pagina e, di conseguenza, le conversioni che ne derivano.

Comunicare con chiarezza

Per raggiungere tali obiettivi è essenziale comunicare con la massima chiarezza possibile, non prima di avere preso in esame l’azienda e il sito web relativo, soprattutto per studiare il target di riferimento, vale a dire la platea di clienti o di potenziali clienti a cui ci si rivolge, secondo una serie di parametri che vanno dall’area geografica all’occupazione, dal sesso all’età. Grazie a questo lavoro di analisi si è in grado di identificare i punti di forza del sito e, soprattutto, dell’azienda, riuscendo a mostrarli e a farli conoscere all’esterno. 

Risulta fondamentale conoscere e mettere in pratica, a seconda dei casi, le diverse tecniche del web copywriting, così da dare vita a contenuti il più possibile comprensibili e al tempo stesso originali. I motori di ricerca, infatti, non tollerano i contenuti copiati, cioè duplicati, e penalizzano i siti in cui essi sono presenti. Fermo restando che scrivere on line è molto diverso rispetto allo scrivere off line, sia dal punto di vista degli utenti finali, sia dal punto di vista dello stile.

Commercio elettronico e importanza della Seo

Le piattaforme di e-commerce, che rappresentano l’ultima frontiera del commercio, si sono rivelate in grado di fornire maggiori prospettive di crescita rispetto alle metodologie cosiddette tradizionali.
Gli store online consentono alle aziende di incrementare in maniera significativa le vendite grazie all’aumento considerevole della dimensione del proprio mercato, di aumentarne la credibilità in rete e di rafforzarne la competitività. La messa a punto di efficaci strategie Seo, volte a migliorare il posizionamento del sito di e-commerce nei motori di ricerca, rappresenta la condicio sine qua non che consente al sito e-commerce di diventare redditizio e vincente.
Se, infatti, un sito internet non è rintracciabile su un motore di ricerca è come se non esistesse affatto, compromettendo, di conseguenza, il business online dell’azienda.

Indicizzazione e ottimizzazione Seo

In via preliminare è opportuno fare una distinzione tra indicizzazione e posizionamento, termini che, molto spesso vengono erroneamente confusi. Con il primo si intendono tutte quelle azioni finalizzate a inserire le pagine di un determinato sito web nei database dei motori di ricerca, in modo tale che esse possano essere rese disponibili nei risultati delle ricerche effettuate dagli utenti. Per posizionamento, invece, si intendono tutte quelle azioni che mirano a creare una visibilità di alto livello per un dato sito internet. Si tratta, in altri termini della strategia di ottimizzazione del sito affinché esso compaia nei risultati in una posizione il più possibile favorevole. Le strategie Seo si occupano proprio di questo secondo aspetto, ovvero della ottimizzazione complessiva dell’e-commerce, collocandolo in posizioni di rilievo nelle pagine dei principali motori di ricerca.

Una efficace consulenza Seo

Per ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca e incrementare i propri affari è assolutamente necessario rivolgersi a un team di esperti nel settore. Per un lavoro di qualità vi consigliamo di affidarvi alla web agency Bertini & D’Ascenzo (www.bertiniedascenzo.it), la quale, grazie a figure professionali altamente specializzate, è in grado di soddisfare le specifiche esigenze di ciascun cliente, mettendo a punto specifiche strategie Seo per ciascun sito e-commerce. ll core business dell’agenzia Bertini & D’Ascenzo è rappresentato da una consulenza Seo altamente performante, in grado di fornire soluzioni competenti sia per piattaforme precedentemente realizzate che per siti che devono ancora essere costruiti.

Alcune strategie Seo per migliorare il posizionamento del tuo e-commerce

Di seguito riportiamo in breve le tre principali strategie Seo:
Lo studio delle key word: questa strategia consiste nell’individuare una serie di parole che sono inerenti all’attività del sito internet, non escluse quelle che gli utenti tendono a inserire con maggiore frequenza nei motori di ricerca (ovviamente sempre in riferimento al settore di attività del sito). Gli internauti, infatti, non essendo spesso conoscitori di una determinata materia possono anche utilizzare parole piuttosto generiche.
Organizzazione dei contenuti e Seo on-page: ogni singola pagina dell’e-commerce va organizzata in base alle parole chiave più rilevanti che sono state precedentemente individuate, facendo particolare attenzione ai tag, ai title e alla meta description.

Attività di link building (costruzione/creazione di link): si tratta dell’insieme di attività che consento di costruire una serie di collegamenti (link) in grado di aumentare le visite di un determinato sito e di migliorarne la web reputation.

Web marketing economico? trucchi e consigli

Oggi si sente parlare spesso di web marketing ma non sempre tutti hanno chiaro cosa voglia dire questo termine. Spesso, erroneamente, si pensa che fare web marketing significhi aprire una pagina Facebook. In realtà, quando si parla di marketing, qualunque sia la sua forma, alla base è necessario che ci sia un progetto serio, i cui risultati, quasi sempre, cominciano ad intravedersi non tanto nel breve periodo, quanto in un arco temporale sicuramente più lungo. Inoltre, non esiste un solo modo di praticare il web marketing poiché un’azienda potrebbe optare per alcune strategie mentre un’altra, con caratteristiche e prodotti o servizi differenti, potrebbe aver bisogno di scegliere altri canali web. Certo, è importante chiarire sin da subito che ci sono elementi ai quali sembra difficile rinunciare. Uno di questi è, senza dubbio, il sito web. Non può esistere un’azienda che voglia ottenere visibilità online senza un sito web del quale detiene la proprietà. Il sito web è il primo elemento di cui un’azienda ha bisogno per cominciare a svolgere attività di marketing online. Un sito web può essere strutturato in maniera diversa, a seconda delle necessità dell’azienda stessa. Ci sono i cosiddetti siti vetrina, i quali svolgono una funzione diversa dai siti e-commerce. Un sito vetrina ha l’obiettivo di presentare i prodotti ed i servizi dell’azienda e, dunque, si caratterizza per essere abbastanza statico. Questo vuol dire che il sito non viene quasi mai aggiornato. Nel passato, i siti vetrina hanno conosciuto uno straordinario sviluppo ma oggi un sito del genere non è visto di buon occhio nell’ambito del web marketing. Infatti, proprio per il fatto di essere poco dinamico, un sito vetrina non consente di mettere in campo strategie di posizionamento sui motori di ricerca.

Web-Marketing

E’ abbastanza comprensibile, dunque, che, più che sui siti vetrina, conviene puntare su siti e-commerce. Si tratta di pagine web le quali non solo consentono all’utente di ottenere informazioni su una determinata azienda ma anche di acquistare un prodotto o un servizio direttamente online. E’ chiaro che, sotto questo aspetto, un sito e-commerce richiede uno sforzo economico maggiore ma, proprio per la sua dinamicità e per il fatto di richiedere aggiornamenti costanti delle pagine, ben si presta a strategie di tipo SEO (Search Engine Optimization) per la cui realizzazione conviene affidarsi ad una web marketing agency. Una volta realizzato il sito web, sarà, poi, l’azienda a scegliere quali altre strategie di web marketing utilizzare per farsi conoscere e veicolare i propri messaggi. Chi non ha budget altissimi difficilmente potrà permettersi di acquistare spazi pubblicitari. In realtà, per stare su Internet non c’è bisogno di investimenti pubblicitari e anche chi volesse investire in questo settore potrò farlo a costi certamente più bassi rispetto ad altri mezzi di comunicazione, come, per esempio, la radio e la televisione. Sul web, però, la pubblicità non funziona molto e l’utente è alla continua ricerca di applicazioni che permettano di evitarla o, addirittura, di bloccarla per sempre. Stare sui social network è fondamentale per un’azienda. Ovviamente, il successo sui social media dell’azienda non sarà direttamente proporzionale al numero di account creati sui diversi siti social. Questo significa che l’azienda dovrà analizzare le caratteristiche dei vari social network e compararle con quelle della propria azienda e con il messaggio che si vuole far arrivare al pubblico.

Ci sono social network che puntano molto sul testo, come ad esempio Twitter, e altri social che, invece, insistono sulla grandi potenzialità offerte dalle immagini. E’ il caso, ad esempio, di Instagram. Il social network per eccellenza, almeno in questo momento, resta Facebook. I numeri lo confermano e, di conseguenza, riteniamo sia comunque fondamentale attivare un account sul social network realizzato da Zuckerberg. Non bisogna dimenticare che un altro strumento potente per fare web marketing è quello della mail. Una buona strategia di email marketing deve, innanzitutto, partire dalla volontà del cliente di ottenere informazioni sull’azienda attraverso messaggi che gli vengono inviati sulla propria posta elettronica e, poi, deve prevedere l’invio di mail personalizzate, nel senso che l’utente deve avere la sensazione che l’azienda stia mandando quella mail soltanto a lui e che non abbia inviato lo stesso messaggio a tutte le persone iscritte alla Newsletter. Anche con pochi soldi, dunque, è possibile ottenere risultati importanti nel web marketing, a patto di lavorare sodo e in maniera costante.

VPS server con attivazione immediata

Server-VPS

Quando si organizza o riorganizza un sito è bene dotarlo di ogni “comfort”, ovvero di quegli accessori – in qualche caso davvero indispensabili, ormai – che ne faciliteranno la successiva gestione. Uno di questi è il server VPS, fra i servizi offerti da www.hml.it

Server-VPS

Che cos’è esattamente?
L’acronimo VPS discende dal termine Virtual Private Server. Ciascun sito, a seconda della grandezza e delle effettive esigenze in campo, necessita di un hosting. Esso può essere condiviso con altri clienti, quindi con meno spazio a disposizione e con un obbligo di “convivenza” che non è esattamente congeniale a ognuno, soprattutto nel momento in cui si desiderasse apportare qualche cambiamento; c’è poi la soluzione intermedia dell’hosting semi-dedicato, meno affollato perché suddiviso fra meno utenti; quindi c’è l’hosting dedicato, concepito per grossi spazi web e a uso esclusivo del cliente, che perciò ha il diritto di modificarne i parametri (tra l’altro, può anche gestirne i contenuti in prima persona, se lo desidera, oppure delegare questo genere di compito – del tutto o in parte – al titolare del server). Una via di mezzo è costituita proprio dal VPS, che è per l’appunto un server virtuale – nel nostro caso un cloud server – ma, al pari di altri, è legato a un server vero. Il grado di autonomia delle operazioni periodiche da effettuare dipende dalla volontà del cliente.
Una questione di misure
Pure su questo versante HML è in grado di offrirvi un listino variegato per il vostro server VPS, a partire dalle misure di cui avete bisogno (questa è una valutazione da fare a priori) e con prezzi convenienti (si parte da € 3,99 all’anno). Per prima cosa è necessario stabilire qual è la “taglia” della struttura Linux che preferite (le opzioni sono quattro): grazie a tale comunicazione, vi daremo nel giro di una manciata di minuti la possibilità di accedere, quale che sia la misura che avete prediletto, a tutto come utenti root, ovvero come amministratori (con nome predefinito) del vostro personale sistema. Contestualmente, vi forniremo un pannello per la gestione della VPS. Si può scegliere tra ISPConfig, la cui licenza è gratuita, e Plesk o cPanel (ovvero Control Panel), che invece sono a pagamento ma chiaramente offrono qualcosa in più. Ricordate che per tutte le opzioni sono inclusi alcuni importantissimi vantaggi, primi fra tutti l’attivazione immediata del pacchetto di servizi e il backup settimanale; inoltre, è compresa l’assistenza clienti. Le distribuzioni sono a cura di Debian e CentOS, la virtualizzazione è a opera di OpenVZ. Il service level agreement (o SLA) è sempre garantito al 99,9%.
VPS taglia S
Il pacchetto small di HML, pensato per chi ha una mole non troppo ingombrante di contenuti da amministrare, prevede un processore centrale (o CPU, Central Processing Unit) dedicato da 2,40 gigahertz, 40 gigabyte di spazio sul disco e 1 gigabyte di ram, nonché la banda da 1 terabyte. L’insieme al prezzo mensile di € 3,99.
VPS taglia M
Per siti di maggiore consistenza, ecco la taglia medium. Essa comprende non uno, bensì due processori centrali dedicati, la cui potenza singola è ancora di 2,40 gigahertz. Pure lo spazio del disco è moltiplicato per due, dato che ammonta a 80 gigabyte. Raddoppia inoltre la ram, arrivando dunque a 2 gigabyte. Anche la banda non può che adeguarsi: 2 terabyte a disposizione. Tutto ciò a un costo mensile di € 7,99.
VPS taglia L
Se parliamo di siti ancor più voluminosi e in un certo senso ambiziosi, c’è la formula large. Qui le unità centrali dedicate da 2,40 gigahertz sono tre. Lo spazio su disco, com’è logico, cresce ulteriormente, toccando quota 160 gigabyte. La ram, a sua volta, è da 4 gigabyte, mentre la banda si spinge fino a 4 terabyte. Abbastanza per immagazzinare ed erogare tantissimi dati. Il costo in tal caso è di € 14,99 al mese.
VPS taglia XL
Per i siti monstre, HML propone una versione extralarge dei servizi offerti. Le CPU dedicate sono quattro, ovviamente da 2,40 gigahertz ciascuna. Lo spazio su disco tocca la ragguardevole vetta di 320 gigabyte, mentre la ram è da 8 gigabyte. Analogamente, la banda giunge a 8 terabyte di capienza. Un simile apparato, idoneo per dei siti internazionali pieni di informazioni e provvisti di continui aggiornamenti, alla tariffa mensile di € 29,99.
Acquista adesso il tuo server VPS su www.hml.it

Sviluppo siti web economici

Realizzare il sito web per la tua impresa è da sempre il tuo sogno ma troppo spesso ti hanno chiesto cifre folli? Rea Soluzioni è l’agenzia digitale romana che permette lo sviluppo di siti web economici per tutte le necessità. Che tu sia una piccola impresa, un professionista, oppure una grande società attenta al portafoglio, l’importante rivolgersi sempre a professionisti per ottenere i risultati desiderati.

Infatti lo sviluppo del sito web è soltanto la prima parte di un percorso che comprende anche ottimizzazione sui motori di ricerca e gestione social. Infatti tutti i nostri pacchetti includono questi due servizi (ottimizzazione base del sito e creazione delle pagine social). Ogni nostro sito è responsive, ovvero si adatta a qualsiasi tipo di device elettronico (smartphone, PC o tablet), per una resa sempre perfetta.

Rispetto a dei servizi e siti web che permettono di realizzare il un sito web da soli a costo zero (senza nessun tipo di supporto tecnico), noi vi offriamo la nostra esperienza come assistenza per un anno, per qualsiasi problema o dubbio, se vorrete modificarlo, integrarlo o migrarlo su altro indirizzo.

Il nostro obiettivo è soddisfare le necessità e le richieste di ogni cliente, offrendo delle soluzioni ad hoc, sempre con un occhio al prezzo.

Le possibilità che offriamo per un sito web economico sono davvero moltissime, e sul nostro sito siamo a disposizione per consigli o per un preventivo ad hoc. Potrai trovare anche numerose soluzioni per i siti e-commerce, sempre più in crescita negli ultimi anni. Motivo in più, se stai scegliendo di portare la tua attività anche online, rivolgiti alla nostra agenzia digitale per ottimizzare i tuoi risultati.

MyBestaff.com, nuovo strumento promozione aziende

Buongiorno, mi chiamo Luigi Donato è sono il proprietario di un portale che permette a tutte le aziende italiane di pubblicizzarsi su internet, ma prima di parlarti di questo portale cercherò di farti capire perchè è importante pubblicizzare la tua azienda su internet. Con l’avvento di internet i grandi marchi hanno realizzato dei siti web nei quali i visitatori potevano capire meglio come fosse costituita la propria azienda, quali erano le proprie filiali, come venivano realizzati i prodotti e inoltre venivano inserite le informazioni necessarie per essere contattati o più semplicemente per fornire al visitatore l’indirizzo fisico della propria azienda. In questo modo chiunque avesse bisogno di informazioni su una determinata azienda poteva trovarle sui loro siti web, così anche le piccole aziende presero spunto dalle grandi aziende e iniziarono a realizzare dei siti web in cui pubblicizzare la propria azienda, alcuni di loro decisero di mettere in piedi un vero e proprio ecommerce. Questo accade ancora oggi e il problema principale di questi siti web è che ricevono pochissime visite, questo è dovuto al fatto che la stragrande maggioranza degli utenti che navigano su internet non sono a conoscenza di questi siti web/ecommerce. Una soluzione che in molti tentano è quella di pubblicizzare il proprio sito web/ecommerce tramite i servizi offerti dalle più svariate aziende che si occupano di pubblicità online, questi però sono dei servizi a pagamento e offrono ai propri clienti un servizio a tempo limitato oppure limitato ad un certo numero di visualizzazioni o click sui messaggi promozionali. Questo sistema può essere utile in alcuni casi, ma nella maggior parte dei casi porta ad un picco di visite nel periodo in cui la pubblicità è attiva per poi riscendere ad una decina di visite giornaliere quando il periodo pubblicitario è finito. Quello che voglio proporti oggi invece è un servizio gratuito in cui il link verso il tuo sito web rimarrà presente dal momento in cui ti registrerai fino ad una data di termine che attualmente non esiste, quindi la pubblicità rimarrà attiva per anni e anni, senza spendere neanche un euro. Questo servizio si chiama MyBeStaff.com e si rivolge anche a chi non ha un sito web ma vuole comunque pubblicizzare la propria azienda online, perchè come saprai ormai una grossa percentuale di utenti utilizza i motori di ricerca per trovare l’azienda di cui ha bisogno e, registrando la tua azienda sul nostro sito, questa apparirà tramite il nostro sito. Quindi quando un utente cercherà su un motore di ricerca un qualcosa che ha a che fare con la tua azienda, questa apparirà tra i risultati del motore di ricerca e, cliccandoci sopra, gli si aprirà la pagina personale della vostra azienda in cui potrà trovare tutte le informazioni di cui ha bisogno (Email, n° di Tel., Indirizzo, etc) e soprattutto una descrizione accurata della vostra azienda. Inoltre il nostro portale metterà a disposizione del visitatore delle funzioni realizzate appositamente per conquistare clienti, infatti l’utente potrà:

 

  • Cliccando sul vostro indirizzo riceverà le informazioni per raggiungere la vostra azienda
  • Cliccando sul numero di telefono partirà la chiamata
  • Cliccando sull’indirizzo email potrà contattarti (l’indirizzo email rimarrà segreto)
  • Aggiungerti alla lista delle aziende preferite
  • Rilasciare la propria opinione sull’azienda, potrà descriverne quindi pregi e difetti, il servizio che ha ricevuto, etc.
  • Visualizzare gli orari di apertura e se in quel momento l’azienda è aperta o chiusa

Tutte queste informazioni non possono che far piacere al visitatore che cerca di trovare ciò di cui ha bisogno, potrebbe essere ciò che fa la differenza tra un’azienda sconosciuta e un’azienda di cui si è venuti a conoscenza grazie ad internet 🙂 Un saluto, Luigi Donato

mybestaff-1

Arredare Casa: con L2GSHOP più fiducia verso l’online

Nel compito di arredare una casa, che talvolta può rivelarsi più arduo del previsto, spesso si riscontrano molti ostacoli e in particolar modo nel caso in cui si decida di arredare casa online.

 

E’ palese agli occhi di tutti che per diffidenza innata o giusta prudenza, qualunque acquisto online sia molto ben ponderato ed analizzato dall’utente già nel caso di acquisti di media importanza come abbigliamento, ecc.

arredare cassa

A maggior ragione, avendo a che fare con un acquisto che determina l’estetica e la comodità della propria casa presumibilmente per un periodo di tempo mediamente lungo, gli utenti devono avere la possibilità di verificare qualità e praticità anche online. Proprio per questa ragione il sito L2GSHOP cerca di abbattere queste barriere informatiche tramite alcuni escamotage: perfetti esempi di questa filosofia di marketing sono il rendering tour, i preventivi online, luxury tour e liste nozze (senza contare la possibilità di visitare la sede di Brera per chi ne avesse l’opportunità).

 

Scendendo in dettagli più pratici, al possibile acquirente conviene analizzare a fondo la possibilità del rendering gratuito che costituisce una vera e imperdibile opportunità. Scegliere un articolo d’arredo o un intero ambiente online comporta i suoi dubbi, come abbiamo già detto, ma il principale tra questi è quello riguardo allo sguardo d’insieme una volta installato l’arredamento nella casa: la resa dell’arredo sarà all’altezza delle aspettative? O avrà una resa molto diversa in termini di colore, lucentezza, misure ecc, ecc ?

 

Per rispondere a questa domanda basta visitare la sezione servizi e scegliere l’opzione rendering gratuito del sito www.l2gshop.com. I passaggi seguenti sono abbastanza facili: sarà necessario selezionare gli oggetti prescelti e inserirli nel carrello, dopo di che dare una conferma e allegare la piantina della casa che si vuole arredare. Il team dei nostri arredatori ed esperti costruirà il progetto del tutto gratuito e vi invierà le immagini prototipo.

 

Concediamo inoltre la possibilità di avere un preventivo gratuito online: se una volta selezionati gli articoli, oppure avendo richiesto ed approvato il rendering, potrete richiedere un preventivo per avere un’idea del budget che vi occorrerà.

 

Inoltre utilizzando il servizio Luxury Tour avrete la possibilità di seguire la vostra vena artistica ed essere accompagnati nella scelta dell’arredo: è sufficiente accedere al servizio Luxury Tour presente nella sezione Servizi, scegliere un arredo o un brand di vostro gusto, confermare, registrarsi al sito ed in seguito vi verranno prospettate tutte le possiblità d’acquisto in base ai vostri gusti.

 

Seguite questa guida: scegliete L2GSHOP.