Montezemolo : il futuro sindaco appoggi Roma 2024

La strada verso l’assegnazione dei Giochi Olimpici del 2024 è dura e tortuosa, dove per riuscire a spuntarla bisogna avere il pieno appoggio di tutti per risultare credibili al massimo davanti al Cio. Questo lo sa bene il presidente del Comitato Promotore Luca Cordero di Montezemolo, che finora è riuscito a compattare quasi la totalità del mondo politico e istituzionale, cosa non proprio facilissima, ricevendo l’appoggio pieno sia del Premier Matteo Renzi che del Presidente della Repubblica Mattarella. All’appello però manca ancora una voce, ovvero quella del sindaco della capitale, mancanza dovuta al fatto che questo verrà eletto solo a giugno. Un dettaglio non da poco visto che senza il consenso del Campidoglio naturalmente si rischierebbe di dissipare il grande lavoro fatto negli ultimi mesi, che ha portato Roma da outsider ad essere una delle grandi favorite assieme a Parigi per l’assegnazione della manifestazione iridata. Per l’occasione quindi del Premio Sport e Etica della Università di Tor Vergata, Montezemolo ha pensato bene di mettere diciamo le mani avanti, chiedendo che il futuro sindaco appoggi Roma 2024, ma vediamo chi potrebbe raccogliere l’invito e chi no.

Pd in sintonia, 5 Stelle meno

Matteo Renzi è stato fin da subito uno dei grandi sponsor di Roma 2024. così è normale pensare che in caso di vittoria anche il candidato del Partito Democratico Roberto Giachetti, renziano di ferro, appoggi la candidatura come comunque già abbondantemente anticipato dallo stesso ex radicale. Favorevole dovrebbero essere anche i vari, ancora papabili e non definitivi, candidati dell’area di centrodestra. Da Storace a Marchini fino a Bertolaso non ci dovrebbero essere grossi intoppi a garantire il massimo impegno per la causa. Chi invece si è da subito dichiarata scettica a riguardo è la candidata del Movimento 5 Stelle Virginia Raggi assieme anche a Stefano Fassina, che correrà alla poltrona di sindaco per Sinistra Italiana. Fassina fu anche il primo a chiedere un referendum per far scegliere alla città se fare o meno la domanda, ipotesi subito bocciata dal Comitato anche per non inciampare come ad Amburgo dove i cittadini dissero di no. Anche i romani infatti sono abbastanza divisi a riguardo. In molti pensano che i Giochi possano portare occupazione e sviluppo per la città, con il recente esperimento del Capodanno Roma che ha dimostrato che anche la sicurezza può essere ben gestita. Ma altrettanti invece pensano che possa essere solo l’ennesima ondata speculativa come già accaduto negli anni passati.