Traslochi a Caserta: quali permessi servono?

Quando si devono effettuare traslochi a Caserta, come del resto in ogni città dislocata lungo il territorio peninsulare, una delle prime domande che ci si deve porre è la seguente: quali sono i permessi necessari? Si tratta in effetti di una questione preliminare della massima importanza, tale da poter agevolare non poco il corretto svolgimento delle operazioni a carico di chi deve effettuare lo spostamento di mobili e oggetti dalla vecchia alla nuova residenza. Andiamo quindi a vedere nel dettaglio cosa occorre fare

Occupazione di suolo pubblico

Il passo fondamentale, quando si parla di traslochi a Caserta, è l’Occupazione di suolo pubblico, che viene rilasciato dai competenti uffici comunali sia per le operazioni di carico presso il vecchio domicilio che per quelle che comportano lo scarico al nuovo. Occorre anche ricordare come il rilascio del permesso possa richiedere da alcuni giorni a qualche settimana, tempistica che consiglia gli interessati a premunirsi per tempo. In pratica questo permesso serve ogni volta che si devono effettuare sgomberi e traslochi in cui siano impiegati furgoni o camion, scale o montacarichi sulle strade pubbliche.

La sua funzione è del tutto evidente: grazie ad esso, infatti, possono essere bypassate le difficoltà derivanti dalla presenza di automobili o altri intralci sul percorso che dovrà essere compiuto dalla ditta incaricata del trasporto e dai suoi lavoratori. In pratica grazie ad esso nel momento del trasloco, la strada sarà del tutto sgombra e presenterà lo spazio necessario per poter parcheggiare l’automezzo ed agevolare il personale incaricato delle operazioni.

In pratica si tratta di compilare un modulo dichiarando non solo il lasso temporale in cui si deve occupare il suolo pubblico, ma anche i metri quadrati necessari. Il corrispettivo da pagare, denominato Cosap, viene incassato dal comune e la sua entità varia in base al tempo e allo spazio di occupazione nel corso del trasloco. Una volta che sia stata espletata la procedura prevista sarà possibile posizionare l’apposita segnaletica di divieto di sosta 48 ore prima che abbiano inizio le operazioni di trasloco.

Traslochi a Caserta: meglio una ditta specializzata

Anche nel caso di traslochi a Caserta è molto meglio appoggiarsi ad una impresa già specializzata nel settore e dotata della necessaria reputazione per poter evitare pessime sorprese. Proprio le imprese professionali, infatti, sono in grado di fornire una lunga serie di servizi che quelle cosiddette della domenica, che lavorano in nero, non sono in grado di assicurare. La spesa aggiuntiva si rivelerà alla fine un vero e proprio investimento, andando ad evitare seccature e problemi derivanti dall’impiego di personale non specializzato.

Basti pensare in tal senso alla possibilità che nel corso delle operazioni si rompa qualcosa, eventualità coperta a livello assicurativo dall’impresa professionale, ma non dal trasportatore occasionale. Va peraltro sottolineato come proprio in quanto ai permessi, siano proprio gli incaricati della ditta cui si affida il mandato ad effettuare il trasloco ad attivarsi per fare in modo che il giorno designato sia tutto a posto, attivando le corsie preferenziali che queste imprese possono vantare presso gli uffici competenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi