Le nuove statistiche delle pagine Facebook piu’ orientate sull’engagement

Ogni novità che riguarda Facebook non può passare inosservata. Nonostante esistano diversi social media, in Italia Facebook è ancora quello più rilevante per attività di marketing. Quella delle nuove statistiche è una novità che interesserà molto i gestori di pagine aziendali e non. Vediamo cosa cambia. Come ho detto più volte nei miei post e nel mio intervento di quest’anno al Facebook Mastery, una modo utile a comprendere se una pagina è coinvolgente è quello di dare un’occhiata al PTAT della pagina (persone che ne parlano) quel numerino che somma tutta una serie di azioni che gli utenti …

Le nuove statistiche delle pagine Facebook piu’ orientate sull’engagement

Ogni novità che riguarda Facebook non può passare inosservata. Nonostante esistano diversi social media, in Italia Facebook è ancora quello più rilevante per attività di marketing. Quella delle nuove statistiche è una novità che interesserà molto i gestori di pagine aziendali e non.

Vediamo cosa cambia. Come ho detto più volte nei miei post e nel mio intervento di quest’anno al Facebook Mastery, una modo utile a comprendere se una pagina è coinvolgente è quello di dare un’occhiata al PTAT della pagina (persone che ne parlano) quel numerino che somma tutta una serie di azioni che gli utenti effettuano con quello che pubblichiamo (ma che comprende anche i nuovi utenti iscritti alla pagina e le azioni derivate da campagne di advertising attive, quindi anche azioni e nuove iscrizioni da campagne).

Bene, le nuove statistiche sembrano focalizzarsi maggiormente proprio sul PTAT e scorporano la metrica “grezza” in:

  • gli iscritti (likers) alla pagina;
  • persone coinvolte: gli utenti che hanno cliccato, likato, commentato, o condiviso qualcosa della tua pagina;
  • tag e menzioni della pagina;
  • i checkins nelle pagine “luogo” (associate cioè, ad un punto vendita sul territorio).

Queste informazioni saranno inoltre segmentate demograficamente e geograficamente.

Piu’ dati nei singoli post

Altra cosa interessante riguarda le informazioni a supporto dei singoli post. Ora sarà infatti possibile visualizzare il numero di utenti raggiunti, l’engagement complessivo sviluppato dal post (in termini di “mi piace”, commenti e condivisioni), a cui si aggiunge (interessantissimo) i post clicks, con la possibilità di sapere ora quanti clicks riceve un link che pubblichiamo o quante visualizzazioni riceve la nostra foto.

Infine, cosa molto importante, sempre a livello di singolo post potremo sapere quanti feedback negativi sono stati raccolti, relativamente a utenti che hanno nascosto il singolo post, utenti che nascosto “tutti i post”, chi ha sottoscritto un report di spam per la pagina e chi ha deciso di cancellare la propria iscrizione alla pagina.

Come forse saprete già, il calo di interazioni generale registrato dalle pagine Facebook lo scorso ottobre fu dovuto ad un aggiornamento algoritmico di Facebook nel quale fu aggiunto come fattore di “ranking” dei post nel newsfeed utente i “negative feedback”. Tutto ciò, secondo Facebook, era finalizzato a migliorare i risultati restituiti al singolo utente in funzione delle sue connessioni e del suo livello di “impegno” con i contenuti delle pagine a cui era connesso.

La novità con le nuove statistiche sarà proprio quella di avere ora queste informazioni più a portata di mano, senza dover andare a spulciare nel file excel estratto dalle statistiche della propria pagina.

Che dire, le statistiche di Facebook sembrano sempre più simili ai dati a disposizione su piattaforme universalmente riconosciute come Google Analytics e sono certo che questo aggiornamentol, in fase di graduale roll out (alcuni dovrebbero già averle a disposizione) tornerà utile a molti marketers.

Per questo post ringraziamo:

Web in fermento

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Le nuove statistiche delle pagine Facebook piu’ orientate sull’engagement

Le nuove statistiche delle pagine Facebook piu’ orientate sull’engagement


Argomenti Trattati: social media, social network, social media marketing, social network marketing

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi