Greenpeace Italia, il Gran Premio del Belgio e il video censurato su YouTube

La Shell è uno degli sponsor principali del campionato di Formula 1, il suo logo è particolarmente visibile in occasione della cerimonia di premiazione, momento ritenuto perfetto dagli attivisti di Greenpeace Italia per proseguire la campagna Save the Arctic. In occasione della premiazione a seguito del Gran Premio del Belgio, con le telecamere di tutto il mondo attente a riprendere ogni momento, due striscioni con la scritta "Save the Arctic" e il logo Shell diviso a metà con una testa di orso sono stati controllati da remoto e aperti sul podio durante l’inno tedesco per essere rimossi in fretta dagli…

Greenpeace Italia, il Gran Premio del Belgio e il video censurato su YouTube

greenpeace_arctic

La Shell è uno degli sponsor principali del campionato di Formula 1, il suo logo è particolarmente visibile in occasione della cerimonia di premiazione, momento ritenuto perfetto dagli attivisti di Greenpeace Italia per proseguire la campagna Save the Arctic.

In occasione della premiazione a seguito del Gran Premio del Belgio, con le telecamere di tutto il mondo attente a riprendere ogni momento, due striscioni con la scritta "Save the Arctic" e il logo Shell diviso a metà con una testa di orso sono stati controllati da remoto e aperti sul podio durante l’inno tedesco per essere rimossi in fretta dagli uomini della sicurezza.

Il video dell’attività aveva raggiunto quasi 250.000 visualizzazioni sul player YouTube per essere poi rimosso dopo 36 ore. Una censura imposta dall’alto, probabilmente dal colosso petrolifero, e fortunatamente caricato nuovamente su Vimeo.

Io l’ho caricato sul mio canale YouTube, in attesa che venga rimosso nuovamente…

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Per questo post si ringrazia:

Bloguerrilla

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Greenpeace Italia, il Gran Premio del Belgio e il video censurato su YouTube

Greenpeace Italia, il Gran Premio del Belgio e il video censurato su YouTube


Argomenti Trattati: Marketing non Convenzionale, Unconventional Marketing

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi