Roma: turismo nella “città eterna”

Molte sono le mete turistiche appetibili al giorno d’oggi, località di mare, di montagna, zone desertiche e città, come la nostra Roma, piena di monumenti e pezzi importantissimi e di inestimabile valore di storia antica. Ogni anno migliaia e migliaia di turisti si riversano nelle strade della Capitale. Nonostante non sia ben sfruttato, il turismo a Roma, porta ogni anno degli enormi guadagni alle società che si occupano del turismo e agli alberghi a Roma.

Luoghi da visitare

Roma è piena di luoghi “magici” che la rendono la cosiddetta “città eterna”, talmente famosi da non necessitare di presentazione. Luoghi che occorre necessariamente visitare la prima volta che si va nella Capitale, anche tornare a visitarli è una grande emozinone, perfino per i romani. Questa città è un museo vivente, una città dove ogni angolo, ogni chiesa e ogni piazza nascondono segreti, storie che vanno scoprite e vissute.

Vi spieghiamo dove andare e cosa vedere a Roma avendo a disposizione 2 o 3 giorni.

Basilica di S.Pietro

La Basilica di San Pietro è considerata il centro del mondo cattolico, meta fissa ogni anno per milioni di credenti. La sua cupola è la firma dell’orizzonte romano, il suo colonnato abbraccia da secoli i pellegrini del mondo.

Colosseo

Il Colosseo è il vero simbolo di Roma, duemila anni di storia scolpiti nella pietra. Un pezzo di eternità che troneggia sui Fori Imperiali, la sagoma inconfondibile che si staglia contro il cielo, tutta l’emozione di un passato glorioso.

Foro Romano

Il cuore pulsante dell’Antica Roma qui sembra battere ancora. Questo stesso suolo è stato calpestato da imperatori, scienziati, condottieri, nobili e plebei. Da non perdere la passeggiata a via dei Fori Imperiali con l’illuminazione notturna.

Fontana di Trevi

Il rumore scrosciante dell’acqua precede la sorpresa di trovarsela davanti dopo un dedalo di minuscoli vicoli. Opulenta, sfarzosa, accecante, affollata, icona della Dolce Vita, gettarvi la monetina resta sempre un piacevole momento.

Piazza Navona

Leggenda vuole che questa piazza a forma di Stadio venisse allagata in estate per dare refrigerio agli abitanti. Al centro si fronteggiano le eterne “rivali”: la fontana dei Fiumi del Bernini e la chiesa di Sant’Agnese di Borromini.